Nuove tendenze in cucina: ricette bio e novitā alla moda

Cucina di tendenza

Cucina di tendenza
Da novità, sembra essere diventata una moda quella che, negli ultimi anni, sta portando la cucina – nel senso di arte culinaria - ad un’importanza tale da rendere gli chef nuovi miti moderni, al pari dei vip dello star-system.


A tal proposito, i loro consigli sono veri e propri dogmi accolti come mantra da provetti cuochi, casalinghe e cook-addicted  dell’ultim’ora.

Vediamo dunque quali sono i “must” del mangiar bene (e bio), facendo attenzione non solo alla qualità delle pietanze, ma anche alle sensazioni che offrono, raffinatezza, semplicità di preparazione e, non ultimo, eco-sostenibilità; perché anche a tavola è importante salvaguardare la natura.

Gli chef più famosi e più ricercati disseminano consigli, che noi abbiamo raccolto per servire a tavola ad amici, parenti e partner il meglio della tradizione culinaria, unitamente alle nuove tendenze in fatto di cucina.

Ad esempio sembra spopolare tra i gourmet stellati la ricerca del gusto assoluto, intesa come riscoperta dei sapori originali ed originari degli ingredienti usati nella preparazione delle pietanze; ciò implica l’uso di insolite tecniche, quali una cucina tiepida e l’abbassamento della soglia di salatura dei preparati, fino quasi ad arrivare all’insipido.

Novitā in cucina

Novitā in cucina
Con questi accorgimenti, assicurano gli chef, si ritrova il sapore autentico degli ingredienti, non più celati dietro il gusto forte del sale. Un esempio: la patata, povera e banale, diventa un piatto inedito se cotta nel caolino e proposta su un letto di pietre calde.

La bellezza del cucinare sta anche nel potersi cimentare con prodotti diversi dai soliti reperibili sul mercato tradizionale, utilizzando sapori autoctoni o sbizzarrirsi con prodotti tipici di paesi lontani (vera novità che ci permette la globalizzazione), anche dal punto di vista alimentare, per un menù che strizza l’occhio al multiculturalismo e alle bio diversità.

In tal modo si propone una cucina di sicura originalità, oltre a dare un aiuto sostanziale, seppur indirettamente, alla salvaguardia di foreste ed ecosistemi da cui si sono scelti i prodotti; inoltre si sostengono le fonti di reddito date dalla coltivazione diretta a comunità indigene delle zone in questione (italiane o straniere che siano): insomma, una cucina bio ed ecosostenibile.

Tendenze in cucina
Tendenze in cucina
Essere etici ed accorti anche a tavola permette di gustarsi a cuor leggero ogni prelibatezza, e rimanere in linea…con le tendenze!

E’ vero che potrebbe non essere facile raggiungere vette di bravura in cucina pari a quelle dei più rinomati chef mondiali, ma come essi stessi assicurano, più del 50% di un buon piatto è dato dalla qualità del prodotto che si sceglie.

Occhio dunque a non rovinarne le caratteristiche di base, perché solo un’altra metà della buona riuscita è data dalla bravura di chi sta dietro ai fornelli; ed è naturale che nel cimentarsi con stoviglie e vettovaglie, farlo con amore e passione garantisce risultati eccellenti anche se non si è cuochi provetti. I vostri ospiti apprezzeranno l’impegno sincero.

Al contrario, se si ha una certa dimestichezza tra i fornelli ma non si ha modo o tempo di cercare prodotti particolari e tipici, il suggerimento è quello di dedicarsi a ricette “normali” con quel che si ha – senza ricercare per forza la novità - ma impegnarsi a reinterpretarle secondo la propria fantasia e le proprie tecniche.

Cercare lo straordinario nella normalità può portare a piacevoli sorprese a tavola. Una dritta: giocate coi colori e le presentazioni.
Unire tradizione e ricerca farà di voi delle promesse del mezzogiorno!

Bio cucina
Bio cucina
Ci sono poi le finezze, ovvero quel tipo di cucina ricercato che non tutti riescono ad offrire, ma che dà modo di elevarsi a cuochi di livello sopraffino. Un esempio? La cucina “molecolare”, che si muove cioè tra fornelli ed ispezioni scientifiche, studiando le trasformazioni che avvengono negli alimenti durante la loro preparazione, al fine di espandere le ricette classiche ed inventarne di nuove, introdurre nuovi ingredienti, metodi, attrezzi e processi in cucina, fino a studiare i detti, i proverbi e le conoscenze culinarie popolari per spiegarle nel momento in cui si serve in tavola un certo piatto.
Poeti del gusto e portatori sani di tendenze.

Fondamentalmente, bisogna saper osare con lavorazioni (e guarnizioni) che sappiano evocare le giuste atmosfere e ricordi lontani; a questo, si potrebbe aggiungere un sottofondo musicale come il suono del mare, per gustare al meglio il pesce cucinato.

Il risultato non sarà solo la faccia stupita dei commensali, ma una cucina multisensoriale, che stimola non soltanto il gusto, ma tutti e cinque i sensi!

Se è vero che mangiar bene è una delle bellezze della vita, non dimentichiamoci anche che il pasto è il momento conviviale per eccellenza e la socializzazione, prima attività umana, avviene proprio in questo momento.

La cucina è il modo in cui ci si prende cura di chi si ama, e non si può sottovalutare quest’arte. Parola di chef.


Contenuti correlati...